Home Video I 26 Kata Shotokan KATA SENTEI (Intermedi)
KATA SENTEI (Intermedi) PDF Stampa E-mail
Scritto da Sensei & M@uriz   
Martedì 08 Dicembre 2009 17:27

I Kata sono disponibili nell'area download ad alta risoluzione.


I Kata Shotokan


Gran parte del sapere tecnico di una scuola di Karate Tradizionale  è tramandato attraverso la pratica del KATA "Forma"; il Kata racchiude in sè tutti gli elementi atti a tramandare la conoscenza dello stile e sono strutturati in modo tale da poter seguire la corretta evoluzione del praticante nel corso degli anni. Il kata inoltre tende a sviluppare alcune caratteristiche psicomotorie del praticante, quali la coordinazione, la respirazione, l'agilità, la forza, il kime ecc. Analizzandolo dal punto di vista prettamente estetico si potrà affermare che il Kata non è altro che un insieme di colpi e parate, e spostamenti eseguiti secondo un ordine, una sequenza ed un ritmo ben preciso che simula un combattimento immaginario contro più avversari.

 

 

Bassai Dai

Appartenente allo stile TOMARI-TE o SHURI-TE, introdotto dal Mº Oyadomari.

Gli ideogrammi del Passai o Bassai significano "penetrare o distruggere la fortezza", cosa che evoca la rapidità e la potenza dei movimenti di questo kata.

 

Hirokazu Kanazawa - Bassai Dai- (Penetrare la Fortezza grande)

Dim lights Embed Embed this video on your site

 

Kanku Dai

Fu probabilmente creato dal Mº Koshokun.
Esistono diverse varianti come Shiho Kushanku, ed altre più rappresentative dello Shuri-Te come quella del Mº Kitayara e Kuniyoshi.
Era uno dei Kata preferiti del Nº Funakoshi.

KAN: Guardare
KU: Cielo
DAI: Grande
Significato letterale: Guardando il cielo. La tecnica iniziale del Kata rappresenta molto bene il significato del nome.


Hirokazu Kanazawa - Kanku Dai- (Guardare il cielo grande)

Dim lights Embed Embed this video on your site

 

Enpi

Si dice che fu introdotto per il Sappushi Wanshu, ed era praticato nella regione di Tomari.
Si ritiene che sia stato influenzato dal Kempo cinese.
Più tardi fu insegnato dal Mº Sanaeda seguito dal Mº Matsumura.
Il Mº Funakoshi nel suo "Karate-Kenpo delle Ryu-Kyu" descrive che ha 40 movimenti e conferma l'origine di

EN: Rondine
PI: Volo
Volo di Rondine, che sintetizza il tempo di questo Kata che copia dal volo di questo volatile la sua irregolarità.


Hirokazu Kanazawa - Enpi-(Volo di Rondine)

Dim lights Embed Embed this video on your site

 

Jion

Si ritiene di origine Cinese a causa del nome di origine Buddista.
L'origine può essere riferita al Tempio di Jion dove si praticavano le Arti Marziali.

Traduzione letterale: Amore di Budda e riconoscenza.

 

Hirokazu Kanazawa - Jion- (Amore di Budda e riconoscenza)

Dim lights Embed Embed this video on your site

 

Jitte

Kata okinawese che significa mano del tempio. In Giappone viene chiamato anche Jite o Jutte, significa, che se ben appreso una persona può far fronte a 10 avversari.
Altre fonti sostengono che il nome deriva dalla parata Yama Uke che compare nel Kata e che ricorda la sagoma di un Jitte (Sai).Tecniche di difesa contro il Bastone


Hirokazu Kanazawa - Jitte- (10 Mani)

Dim lights Embed Embed this video on your site

 

Hangetsu

Originario di Naha.
Il Mº Funakoshi nel suo libro Ryu Kyu Karate Kempo chiamò questo Kata Seishan Traduzione letterale: Mezza Luna.
Deriva dallo spostamento semi-circolare che effettuano i piedi negli spostamenti.

 

Hirokazu Kanazawa - Hangestsu- (Mezza Luna)

Dim lights Embed Embed this video on your site

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Martedì 08 Dicembre 2009 18:05
 

Cerca nel Sito

Powered by Joomla!. Valid XHTML and CSS.